Siena. Mercoledì 27 febbraio, si è svolto l’incontro conclusivo all’Istituto Sarrocchi di Siena, su prevenzione e contrasto al bullismo e cyberbullismo. Un progetto, iniziato per quest’anno scolastico, il 7 novembre, nato dalla volontà della vicepreside professoressa Calise Piro e docente di diritto ed economia, fortemente sostenuto dal dirigente scolastico Ing. Stefano Pacini, e che ha coinvolto i docenti di diritto e tutte le classi seconde del liceo delle scienze applicate e dell’istituto tecnico e tecnologico.

Gli incontri sono stati tenuti dalle dottoresse Leonida Giusti, Livia Luccarelli, Erika Cigna, Claudia Pacchierotti, Stefania Zanini e dal dottor Filippo Brogi e hanno rappresentato un punto di partenza per riflettere su questo tema. Un momento di informazione e sensibilizzazione con indicazioni psicologiche e pratiche, rivolto ai giovani studenti.
“Desidero ringraziare -afferma la professoressa Paola Calise Piro- l’associazione Medica Toscana per lo Studio e la Ricerca in Psichiatria, Psicoterapia e Scienze Umane, per i loro interventi tanto importanti quanto preziosi. Il progetto offre il fianco per una riflessione su una delle tematiche più scottanti della nostra epoca: il bullismo, uno spaccato drammatico dell’entità del fenomeno nel nostro Paese, con risvolti impressionanti nel tessuto sociale europeo e nel mondo. Il motivo di questi interventi scolastici sono proprio mirati a prevenire i pericoli e i danni fisici, morali, psicologici e psichici che ne derivano. È nostro preciso dovere morale e sociale, sia come persone, sia come docenti, assumere il precipuo impegno al fine di prevenire e ridurre i casi di bullismo in tutti i settori della vita scolastica”.