Siena. “Con la radio si può scrivere leggere o cucinare. Non c’è da stare immobili seduti lì a guardare. E forse proprio questo che me la fa preferire: è che con la radio non si smette di pensare”. Così cantava Eugenio Finardi nel 1976 quando gli smartphone e i social erano qualcosa di ancora troppo lontano. Oggi la maggior parte dei nostri ragazzi ignora l’esistenza del mezzo radiofonico o ne usufruisce molto di rado.

Fabio Ferraro e Francesca Angeli, docenti di Lettere dell’Istituto “ G. Caselli” di Siena hanno così pensato di lanciare una piccola sfida e provare a far avvicinare la generazione “Instagram” o Z, se preferite, al mezzo radiofonico. Cosi è nata Radio OBA. Il progetto è andato avanti durante tutto il periodo invernale e ha visto coinvolte le classi terza, quarta OBA e la quarta B. Grazie al prezioso contributo della nota speaker di Radio Capital Betty Senatore, i ragazzi hanno affrontato, all’interno delle mura scolastiche, varie lezioni di spublic speaking, lezioni di storia dei media, della musica e della radio, il tutto condito da numerose prove pratiche e esperimenti di registrazione audio. Gli studenti si sono messi alla prova fin da subito e sembrano aver compreso perfettamente lo stile e l’utilità del progetto, a prescindere da quello che sarà il loro domani. Ciliegina finale di questo percorso è stata l’emozionante visita del 21 marzo presso gli studi milanesi di Radio Capital, M2O e Radio Dee Jay.

Prof. FABIO FERRARO per Ufficio Stampa I.P.S.S.C. “ G. Caselli” Siena

Filomena Cataldo – Angela Corbini