Siena. “La chiamano “Caserma” il locale di Montepulciano che ospita il Distaccamento della Polizia Stradale della Sezione di Siena ma in realtà si tratta di un appartamento ubicato in un condominio. La promiscuità tra le famiglie che abitano nel palazzo ed il presidio di Polizia è già di per sé un’anomalia incredibile con tutti i rischi che il caso impone soprattutto in ottica dei recenti attentati terroristici. Ma la cosa più grave e degna di essere pubblicamente denunciata – prosegue la nota stampa del segretario Mauro Marruganti – è che la stessa sede, ormai datata, non offra ai suoi dipendenti neanche i normali dispositivi a tutela della sicurezza di chi ci lavora: impianti usurati e probabilmente non conformi alle normative vigenti, locali vetusti ed assolutamente inadeguati al benessere degli operatori della polizia di stato, oltre ad essere facilmente vulnerabili dall’esterno. L’importanza, anche strategica, del presidio di Polizia in questione la cui esistenza non è assolutamente messa in discussione dal Governo, impone che il datore di lavoro, finora assente, si assuma le sue responsabilità e tuteli la salute dei suoi dipendenti provvedendo, senza ulteriori ritardi, alle opere necessarie. Anche il ruolo del Enti locali nelle politiche per la sicurezza – conclude la nota – non può esimersi da un fattivo contributo alla risoluzione del problema.