FIRENZE – “Sia io che lei dovremmo certamente fare di più per le famiglie in condizioni di povertà assoluta e per il servizio sanitario. Ma vediamo se ha il coraggio di confrontarsi in pubblico, dove vuole e quando vuole, per dimostrare ai toscani e agli italiani cosa lei e cosa io abbiamo fatto fino ad ora per sostenere le persone in difficoltà e per la sanità pubblica”.

Lo dice il presidente della Regione Enrico Rossi dopo le critiche del ministro dell’Interno Salvini per il ricorso della Toscana alla Consulta sul decreto sicurezza.