Siena. “Il 6 novembre sono stati i ragazzi delle classi quinte, del liceo e dell’Istituto, a partecipare, in rappresentanza di tutti i loro compagni, ad un momento di riflessione sul significato del sacrificio della vita nel corso della cerimonia di deposizione della corona di alloro alla lapide che, nel salone centrale dell’Istituto Sarrocchi, ricorda gli ex alunni della scuola, giovani soldati, caduti al fronte, durante la Prima Guerra Mondiale, in nome della libertà della Patria. Il Dirigente, che ha voluto fortemente questo momento di condivisione, ha parlato ai ragazzi troppo spesso ignari di ciò che fossero la guerra e la trincea , i loro odori e il terrore di una vita appesa ad un filo, l’orrore dei giorni passati nell’incertezza del proprio domani. Il preside ha colto l’occasione per invitare ad avvicinarsi alla storia in modo diverso, attraverso l’ascolto di testimonianze di una realtà che solo apparentemente è lontana. Rivolto agli studenti, li ha invitati a ragionare sull’età di quei giovani, i cui nomi sono ricordati in quella lapide in marmo: “Erano vostri coetanei, molti di loro. Molti erano ragazzi di quel 1899, ultima generazione chiamata a combattere nella Grande Guerra. Hanno pagato un prezzo altissimo quale tributo al momento fondativo dell’Unità Nazionale.” Infine il Dirigente ha invitato i presenti a riflettere su come il ricordo di chi è morto o di chi è tornato ferito o mutilato, nel corpo o nella mente, debba aiutare a capire come riuscire a non far succedere più questi accadimenti. “Ognuno di noi deve sentirsi responsabile e capace di fermare ogni piccolo passo che oggi, come allora, porta alla deflagrazione di un conflitto. Il sacrificio estremo e nobile di quei soldati sia di esempio per la costruzione di un futuro di pace e per renderci cittadini migliori facendo i conti con la collaborazione, l’accoglienza, la solidarietà ed il rispetto reciproco” ha concluso il Preside prima di invitare tutti ad un minuto di raccoglimento. La cerimonia si è conclusa con la deposizione della corona di alloro ai piedi della lapide che ricorda gli studenti del Sarrocchi caduti sul fronte della Prima Guerra Mondiale.