Siena. “La birreria La Diana, in via di Stufasecca, venerdì 9 novembre alle ore 18.00, ospiterà “Evasive Prigioni”, il primo degli incontri letterari organizzati dall’Associazione Scrittori Senesi. Si parlerà di prigioni quali luoghi di detenzione, ma anche di prigioni mentali e psicologiche. “Ognuno, prima o poi, nella vita, si è sentito prigioniero per scelte sbagliate, luoghi sbagliati o contraddizioni emotive – spiega Mauro Costabile, che dell’evento è stato l’organizzatore – Essere prigionieri vuol dire non interagire con l’altro e con l’ambiente intorno. E non importa che la prigione sia il carcere con le sue sbarre o l’habitus personale. In entrambi i casi il bisogno è quello di uscirne, di evadere dalla quella condizione.” L’incontro alla Diana sarà occasione per ascoltare Mario Tassoni, Francesco Ricci, Licia Vespertino, Alessio Duranti, Christian Brogi e Marina Berti che, insieme a Mauro Costabile, interverranno per raccontare le diverse forme di prigionia, fisica, psicologica e mentale. Saranno testimonianze di condizioni di difficoltà a volte superabili anche solo con il trascorrere del tempo, come nel caso delle prigioni mentali degli adolescenti, di cui parlerà Francesco Ricci, o invece irrisolvibili come quelle di cui racconterà Marina Berti, con la sua testimonianza di docente del carcere di massima sicurezza di San Gimignano; in mezzo la speranza affidata ai progetti come quelli dell’attività di lettura nel carcere di Santo Spirito al centro dell’intervento di Alessio Duranti.