Nella città di Siena gli Istituti “Caselli” e “Monna Agnese” accolgono nelle loro scuole i componenti della Delegazione.

Siena. Venerdì 26 ottobre gli Istituti “Caselli” e “Monna Agnese” di Siena hanno accolto una delegazione della ”Scuola Superiore Professionale Salgótarjáni Szakképzési Centrum Táncsics Mihály Szakgimnáziuma és Szakközépiskolája”. Salgótarjáni è il capoluogo della regione “ Nógrád county”, sita nel nord dell’Ungheria, a circa 70 Km da Budapest. L’Istituto estero vanta quattro diversi indirizzi: informatica, logistica, aziendale e turistico con un totale di 450 studenti.
La delegazione, formata da nove componenti, la Preside e la Vice Preside della scuola, quattro docenti, un impiegato aziendale tutor degli studenti del sistema duale presso l’azienda in cui si svolge l’insegnamento della pratica, un impiegato della Camera di Commercio di Siena (responsabile per i progetti di stage) e il Responsabile amministrativo per i rendiconti dei progetti Erasmus Plus, ha soggiornato a Firenze per una settimana ed ha potuto visitare i maggiori istituti professionali della Regione Toscana.
La visita è stata organizzata dalla IAL Toscana Srl con l’ausilio della Cisl scuola Toscana come Progetto Erasmus Mobilita’ docenti K1. La traduttrice Gabriella Pusztai per tutta la mattinata ha accompagnato la delegazione fornendo la necessaria assistenza linguistica durante la visita guidata della nostra città, condotta dalla Prof.ssa Tanzini.
I docenti Romaldo, Rossi e Mario hanno accolto la delegazione nella sede dell’Istituto “Monna Agnese”, illustrando loro, oltre l’organizzazione della scuola, anche i vari progetti di scambio effettuati in tutta Europa, in particolare quello effettuato a Budapest.
Per l’Istituto “Caselli”, invece, la delegazione è stata accolta dai docenti Mirandola, Muotri e Sonsogno, che, non solo hanno presentato i vari indirizzi di studio e progetti, ma hanno evidenziato i percorsi formativi biennali di post –qualifica di cui la scuola è capofila.
La delegazione ungherese ha mostrato di apprezzare l’organizzazione della struttura scolastica, soprattutto dei laboratori ed in particolare del salone benessere, settore molto richiesto anche nel loro paese.
<< Le somiglianze con il nostro sistema scolastico sono molte, sia per quanto riguarda l’organizzazione delle strutture sia per le tecnologie>> – ha più volte sottolineato la Preside dell’Istituto Professionale Ungherese, evidenziando, tuttavia, anche un elemento di discontinuità tra le due realtà. Da una parte la minore autonomia economica/progettuale dei loro dirigenti scolastici e ciò si nota nella gestione dell’ “alternanza scuola lavoro” in cui viene utilizzato il metodo DUALE ossia il corso di studi avviene in parte a scuola e in maggior parte direttamente in azienda; dall’altra un insegnamento prevalentemente per competenze mirato a soddisfare la richiesta di figure professionali in un contesto economico in significativa crescita, quale appunto l’Ungheria.
Lo scambio culturale fra le due realtà professionali, l’ungherese e la senese, è senz’altro uno degli elementi più importanti della progettualità degli Istituti “Caselli” e “Monna Agnese” che guardano non solo al territorio, ma, anche e soprattutto, all’estero, definendo percorsi formativi sempre più specializzati ed attenti alle nuove realtà di mercato.

Prof.ssa Marilina Muotri per Ufficio Stampa/ Comunicazione – I.P.S.S.C. “G. Caselli”, Siena
Filomena Cataldo – Angela Corbini