Firmati e consegnati in Comune gli atti per l’apparentamento: un percorso pubblico, formale e trasparente che rafforza il programma di governo

Siena. “E’ stata firmata e consegnata stamattina presso la Segreteria Generale del Comune di Siena la dichiarazione di collegamento, comunemente detto “apparentamento”, tra il candidato sindaco Bruno Valentini, con le due liste a suo sostegno “Partito Democratico” e “in Campo Valentini Sindaco”, e l’ulteriore lista “Per Siena Piccini Sindaco”. In allegato alla Dichiarazione di Collegamento è stato presentato il Contratto Integrativo al Programma Amministrativo del Candidato Sindaco Bruno Valentini, denominato “Programma condiviso per un’alleanza responsabile”, che raccoglie i 31 punti della convergenza programmatica raggiunta da Partito Democratico, lista civica “in Campo” e lista civica “Per Siena” su cui si fonda l’apparentamento per il ballottaggio del 24 giugno, ad integrazione del programma del candidato sindaco Bruno Valentini.

“Il cosiddetto ‘apparentamento’ – spiega Valentini – è un atto formale e trasparente, regolato dalla legge vigente per le elezioni amministrative, che in questo caso si arricchisce di un valore aggiunto programmatico, frutto del confronto tra le liste coinvolte che mi sostengono. Ringrazio la lista “Per Siena” per il fattivo contributo di idee e proposte che ha portato alla nuova coalizione, che ora vede in campo una squadra più grande e più forte”.

“Dopo un confronto vero, che ha coinvolto direttamente i tanti membri delle liste che compongono la nuova coalizione, si è proceduto con un atto formale e trasparente. Un atto di responsabilità nei confronti della città alla quale viene offerta la possibilità di un governo di qualità, con un programma di mandato reso ancora più ricco e che mi impegno direttamente a tradurre in azione amministrativa”.

“Un nuovo patto di governo, fondato su un contratto dal contenuto chiaro e solido – prosegue Valentini – per un’alleanza responsabile. Quest’alleanza rappresenta sia una proposta forte contro le destre populiste e reazionarie, che manovrano da Roma il candidato sindaco part-time De Mossi, sia una visione amministrativa di città di alto livello, come Siena merita. I 31 punti condivisi con le liste che mi sostengono si aggiungono al mio programma di mandato, dando ancora più spinta ad una proposta politico-amministrativa di alto profilo, che consegnerà alla città il miglior governo possibile per una prospettiva di ulteriore crescita sociale, economica ed occupazionale. Sono fiducioso. Tanti sono i senesi, di sensibilità plurali, che in queste ore mi hanno manifestato l’apprezzamento per lo sforzo di generosità che abbiamo fatto tutti nell’interesse esclusivo di Siena e del suo futuro”.

“Vedo, anche, che la maggior parte dei movimenti progressisti, dei percorsi civici di diverso orientamento e dell’associazionismo diffuso non saranno assenti dalle urne il 24 giugno e ciò fa ben sperare in prospettiva futura per recuperare tutti una visione comune”.

“Ora concentriamoci sulla campagna elettorale, sul colloquio e l’ascolto dei cittadini. Ci vuole una grande mobilitazione collettiva per vincere con sicurezza il ballottaggio del prossimo 24 giugno, tutelando gli interessi dei senesi, i valori fondamentali della nostra comunità e il Buon Governo che da sempre la vede in vetta alle classifiche della qualità della vita, e non solo. Ora serve l’impegno di tutti per far vincere Siena” conclude il candidato sindaco Bruno Valentini.

 

***

in allegato il Contratto Integrativo al Programma Amministrativo del Candidato Sindaco Bruno Valentini, denominato “Programma condiviso per un’alleanza responsabile”.

Programma condiviso per un’alleanza responsabile
Questi i 31 punti della convergenza programmatica raggiunta da Partito Democratico, lista civica
“in Campo Valentini Sindaco” e lista civica “Per Siena” su cui si fonda l’apparentamento per il
ballottaggio del 24 giugno, ad integrazione del programma del candidato sindaco Bruno Valentini
1. Creazione di un ufficio (condiviso con altre istituzioni cittadine, in particolare con
Fondazione MPS) per la ricerca di finanziamenti (europei, ma non solo) ed opportunità di
investimento
2. Confermare l’inserimento dell’immobile attuale sede (con forti precarietà strutturali) della
scuola Monna Agnese a fini culturali, con l’eventuale potenziamento del Museo Diocesano.
Va rapidamente trovata una sede idonea, in collaborazione con l’Amministrazione
Provinciale, per ricollocare la scuola ed i suoi studenti, con priorità per un’ubicazione
sempre nel centro storico
3. Prosecuzione degli investimenti sul Santa Maria della Scala e pieno decollo del sistema
museale cittadino, condiviso con MIBACT, con potenziamento progressivo delle collezioni
permanenti. Realizzare prima possibile una gestione separata del Santa Maria della Scala dal
Comune pur entro una governance culturale unitaria
4. Proporre alla Fondazione MPS un progetto di valorizzazione del Palazzo del Capitano in
armonia con il Santa Maria della Scala, finalizzato ad attività didattiche, digitalizzazione,
biblioteche, archivi e direzione dello stesso SMS
5. Potenziamento delle attività di promozione e valorizzazione dell’arte contemporanea, da
collocare nel complesso immobiliare ex Idit, da recuperare
6. Inserimento del Palio nell’elenco Ministeriale dei beni culturali immateriali
7. Prosecuzione del confronto con il Magistrato delle Contrade per definire meglio il progetto
comunale della “Galleria del Palio”, finalizzato a raccontare ai visitatori la dimensione
storica e culturale del Palio, garantendo una netta distinzione dai musei di Contrada, basato
solo su quanto già disponibile nella proprietà comunale, su tecnologie multimediali e di
“realtà aumentata” e su eventuali prestiti/donazioni di collezionisti privati
8. Accademia Chigiana: chiedere a Fondazione MPS di incrementare le attività di alta
formazione musicale
9. Progetto Siena Pass: valutare la sua realizzabilità sulla base delle effettive coperture
finanziarie, con particolare attenzione alle agevolazioni sulle tariffe TPL per i cittadini
senesi, fino ad una eventuale gratuità
10. Lanciare un grande progetto, di respiro nazionale, sul settore agroalimentare, di
valorizzazione/promozione/lotta alla contraffazione dei prodotti DOC, DOCG e DOP,
ubicato presso l’ex Distretto Santa Chiara nei Pispini (verificando la possibilità di destinare una porzione a parcheggio per residenti e confermando le destinazioni parziali già assegnate
a Contrade o associazioni), esplorando la disponibilità del Demanio ad una concessione di
valorizzazione al Comune dell’intero bene. Nella stessa area occorre acquisire il parcheggio
privato di via Vivaldi
11. Enoteca Italiana: trovare celermente una forma di riapertura e rilancio, dando priorità al
riassorbimento degli ex dipendenti
12. Puntare all’adozione del Piano della Mobilità Sostenibile e del Piano Operativo entro il
2018, sottoponendo alla maggioranza consiliare la documentazione e gli studi già
disponibili, predisposti dai professionisti incaricati
13. Proposta agli altri Comuni soci della costituzione di unica holding delle società pubbliche,
per favorire processi di integrazione societaria di dimensione interprovinciale e regionale, in
modo da realizzare economie di scala e un miglior servizio agli utenti a costi più bassi
14. Miglioramento dei controlli della velocità attraverso tecnologie adeguate ed omologate,
preferenzialmente del tipo “Tutor”, sostituendo gli autovelox attuali (richiesta peraltro già
inviata da mesi alla Prefettura)
15. Studiare i problemi della sosta nelle aree più critiche della città, realizzando nuovi parcheggi
scambiatori. Ad esempio nell’area sottostante il Palasport Mens Sana (trasferendovi anche le
fermate degli autobus di lunga percorrenza oggi ubicate in piazza Rosselli) ma anche lungo
la direttrice Porta Romana-Via Piccolomini, per cercare di realizzare un nuovo parcheggio
scambiatore all’intersezione sud fra Via Folcacchieri e Via Piccolomini
16. Obiettivo acqua pubblica, attraverso la riacquisizione in favore del Pubblico delle quote
detenute da società private
17. Riportare la Polizia municipale sotto la diretta delega del sindaco; potenziare l’organico della
P.M. così da rendere concreto il “vigile di prossimità” nei quartieri e realizzare una nuova
articolazione della P.M.: la “polizia turistica”, a cui destinare apposita attività formativa, allo
scopo di meglio interloquire e monitorare i flussi turistici, con controlli mirati sui servizi (ad
es. trasporti, eventuali guide “abusive” ed in generale tutte le attività a carattere commerciale
rivolte ai turisti)
18. Realizzare dei “chioschi” nei quartieri periferici, dove vengano svolte attività di
informazione e servizio ai cittadini (ad es. certificati per persone che hanno più difficoltà
all’utilizzo di sistemi avanzati); a questo progetto verrà destinata una quota parte del 1,5 ml
da impiegare annualmente per lavori socialmente utili, così da finanziare un apposito bando
per selezionare gli addetti ai chioschi
19. Fondazione per il turismo. Realizzazione di una struttura per la creazione di un’offerta di
qualità nel settore, con apporto di capitali privati
20. Potenziare ulteriormente i servizi sociali
21. Potenziare le cure intermedie per la cronicità e la non autosufficienza
22. Garantire piena trasparenza alle nomine di competenza del Sindaco/Comune, motivando
ogni scelta

23. Ispettore della qualità dei lavori. Controllo ulteriore a garanzia della qualità delle esecuzioni
24. Cittadella del Cavallo. Individuazione di un’area dove sviluppare attività equestri ad alto
livello, e mestieri correlati, con apporto di capitali privati
25. Fondo immobiliare pubblico per investimenti sul recupero degli immobili inutilizzati
26. Piano regolatore della luce, per rivedere e adeguare l’illuminazione pubblica
27. Attivazione di concorsi di idee per il recupero di aree strategiche della città e per
l’applicazione del piano operativo
28. Bilancio di genere (rafforzativo rispetto al programma generale)
29. Disability manager (rafforzativo rispetto al programma generale)
30. Rafforzamento dell’attività di comunicazione
31. Estensione e potenziomento della connettività, ampliando le aree con disponibilità di
connessione wi-fi