Siena. Giovedì 10 maggio 2018, nell’Aula Magna dell’I.I.S. G. Caselli, allestita per l’occasione con manifesti e figure a tema da ragazze e ragazzi guidati dalla Prof. M. Bellanova, le classi prime e gli studenti della classe quinta C quali tutores, hanno accolto il Questore della Provincia di Siena Dr. M. Piccolotti e alcuni ispettori e agenti della Polizia di Stato e della Polizia Postale di Siena, dimostrando forte interesse e gran senso di civiltà e rispetto di fronte ad argomenti di grande impatto emotivo con cui devono scontrarsi e fare i conti ogni giorno.

L’incontro è stato organizzato dalla Prof. C. Godino con la collaborazione delle Prof. F. Querci e M. Catinelli, a cui ha presenziato la D.S. Prof. V. Bertusi che, nella prima parte dell’incontro, è intervenuta insieme al Questore sull’importanza della prevenzione del fenomeno. Il Questore ha quindi spiegato agli studenti alcuni istituti del diritto penale soffermandosi sui limiti di imputabilità di reato e sull’istituto dell’ammonimento, illustrando la situazione senese in relazione a bullismo e cyberbullismo; nella seconda parte della mattinata gli ispettori ed agenti della Polizia di Stato e della Polizia Postale sono invece entrati nel vivo del problema, parlando ed interagendo con le classi, che hanno posto domande molto forti e importanti dimostrando ancora una volta quanto le due tematiche in oggetto, in particolare il cyberbullismo, siano molto sentite e ci sia voglia di saperne di più e di essere informati sui rischi della rete e del web.
Alla fine dell’incontro, ragazzi e ragazze, in segno di amicizia e solidarietà, hanno compiuto insieme un gesto molto bello e significativo strappando i manifesti imbrattati di brutture appesi al muro all’inizio della mattinata: tutto questo per dire ‘BASTA AD OGNI FORMA DI SOPRUSO E DI PREVARICAZIONE’.

Prof.ssa Carolina Godino, docente di Diritto ed Economia dell’Istituto “G. Caselli” per Ufficio Stampa – I.P.S.S.C. “G. Caselli”, Siena
Filomena Cataldo – Angela Corbini

Di seguito una galleria di foto