Appuntamento martedì 16 maggio con il coinvolgimento di 20 detenuti del circuito di Alta Sicurezza

San Gimignano. Detenuti chef per un giorno, per portare fuori dal carcere gusto e creatività in cucina. L’iniziativa vedrà protagonisti, martedì 16 maggio, venti studenti del circuito di Alta Sicurezza della Casa di reclusione di Ranza, a San Gimignano, che frequentano la sede carceraria dell’Istituto Enogastronomico di Colle Val d’Elsa, indirizzo dell’Istituto d’Istruzione superiore statale “Bettino Ricasoli” di Siena. I detenuti – alunni delle classi III, IV e V C – prepareranno un pranzo per 80 persone all’interno della Casa di reclusione, portando in tavola antipasti, primi e secondi piatti e dessert.

L’iniziativa, intitolata ‘Insieme con gusto’ e promossa dalla Casa di reclusione di Ranza e dall’Istituto d’Istruzione superiore statale “Bettino Ricasoli” di Siena, si pone come prima occasione aperta al territorio per offrire ai detenuti-studenti della sede carceraria dell’Istituto “Bettino Ricasoli” di Siena la possibilità di riscattarsi idealmente attraverso la cucina. L’appuntamento segue la recente apertura del blog ‘Scriviamo…con gusto’, scriviamocongusto.wordpress.com, che raccoglie ricette e riflessioni degli studenti delle cinque classi dei regimi di Media e Alta Sicurezza sviluppando ogni mese un tema diverso e aprendosi al confronto con il mondo esterno per condividere esperienze e attività della scuola ‘dietro le sbarre’.

L’iniziativa, intitolata ‘Insieme con gusto’ e promossa dalla Casa di reclusione di Ranza e dall’Istituto d’Istruzione superiore statale “Bettino Ricasoli” di Siena, si pone come prima occasione aperta al territorio per mostrare le potenzialità della sede di Ranza, sottolineare la preparazione degli studenti della sede carceraria e sperimentare le conoscenze acquisite nel percorso scolastico. L’appuntamento segue la recente apertura del blog ‘Scriviamo…con gusto’, scriviamocongusto.wordpress.com, che raccoglie ricette e riflessioni degli studenti delle cinque classi dei regimi di Media e Alta Sicurezza sviluppando ogni mese un tema diverso e aprendosi al confronto con il mondo esterno per condividere esperienze e attività della scuola ‘dietro le sbarre’.

La sede carceraria dell’Istituto “B. Ricasoli”. Dall’anno scolastico 2014-2015 l’Istituto “B. Ricasoli” di Siena, a seguito del protocollo di intesa tra i Ministeri dell’Istruzione e della Giustizia siglato il 23 ottobre 2012, ha rivisto i percorsi curricolari della sede carceraria, dove era già presente da alcuni anni, e migliorato i percorsi di formazione e le metodologie didattiche. A unire tutte le attività e le iniziative, è l’obiettivo di valorizzare le potenzialità e le capacità degli studenti reclusi con momenti didattici e laboratori dedicati alla cucina.