Dopo la trasferta al Prato dell’edizione di settembre, torna nella sua tradizionale location la Fiera Antiquaria di sabato 1 e domenica 2 ottobre, in Piazza Grande e per le vie del centro storico di Arezzo, con i suoi numerosi espositori e alcune novità.

antiquaria-piazza-grande

La prima edizione autunnale del 2016 sarà infatti ricca di eventi collaterali, che arricchiranno i tour della città sia per i turisti che per i residenti. All’interno dei locali del punto informazioni della Fiera Antiquaria, sotto le Logge Vasari di Piazza Grande, sarà allestita una mostra sulla scrittura a cura del Museo dei Mezzi di Comunicazione del Prof. Casi, dal titolo “Storia della scrittura – dai Geroglifici alle Stampanti Elettroniche”, che catturerà l’attenzione dei visitatori facendo fare loro un affascinante viaggio nel tempo. Saranno esposti modelli di alfabeti e calendari egizi scritti su papiro, rotoli di carta con antiche preghiere tibetane, copia delle “Tabule Cortonensis” del VII° secolo A.C., forniteci dal Museo MAEC di Cortona, ed altro ancora. Dalle lapidi romane scolpite, passiamo ad una grande pergamena datata 1390, che è stata oggetto di donazione al Museo da parte di un espositore della Fiera Antiquaria di Arezzo nell’anno 2014, ed è la prima volta che viene esposta al pubblico.

Sempre sotto le Logge Vasari, dentro alla sede del Foto Club “La Chimera”, sarà possibile visitare la mostra “Arezzo… Un tempo”, un’affascinante esposizione di 60 fotografie storiche ed inedite della città, tutte scattate tra la fine del 1800 e il 1950. La mostra sarà visitabile fino a domenica 2 ottobre.

Domenica 25 settembre si è tenuta l’edizione autunnale della Mostra Mercato di attrezzature fotografiche d’epoca: questa è stata la 62° edizione di “Fotoantiquaria”, il tradizionale appuntamento con la fotografia vecchia e nuova, comprese le attrezzature digitali.

In via Bicchieraia, ormai diventata “via degli antichi mestieri”, si rinnova l’appuntamento con l’associazione culturale “La Staffetta”, grazie alla quale saranno presenti in entrambi i giorni tre diversi artigiani restauratori, che allestiranno una vera e propria bottega a cielo aperto.

La dott.ssa Laura Folli si occuperà dello spazio dedicato al telaio manuale: in collaborazione con il Liceo Artistico, verrà portato uno dei telai ad 8 licci, appena finiti di restaurare dall’ associazione, ai fini di rimettere in funzione questi macchinari ormai in disuso ma che hanno ancora molto da offrire.

Laura Ghezzi replicherà con la creazione della cartapesta: la magia di questa antica arte stimola la fantasia, la sensibilità e la manualità di grandi e piccoli.