Nuova giunta e nuovo incarico. Un commento.

“Una bella esperienza nel segno della continuità e allo stesso tempo della novità. Ringrazio il nostro Sindaco Juri Bettollini per la fiducia nei miei confronti: con lui avevamo iniziato un percorso nel precedente mandato amministrativo, guidato fino ad un anno fa da Stefano Scaramelli (che oggi riveste un importante incarico in Regione), poi da Juri. Per ciò che concerne l’incarico affidatomi da assessore e vicesindaco con deleghe alla cultura, turismo, commercio, attività produttive, sviluppo economico e comunicazione, non posso non ringraziare ed esprimere gratificazione perché ciò ci permette indubbiamente di continuare il lavoro intrapreso che cercherò, come sempre, di portare avanti full time, con professionalità, disponibilità e responsabilità”.

Tantissime preferenze… un commento.

“Un risultato gratificante a livello personale che mi conforta e mi rende più sicura nel lavoro da svolgere, insieme ai colleghi e ai cittadini stessi. Desidero ringraziare e condividere questo risultato con gli elettori e con tutto il gruppo, sono onorata e ringrazio per la fiducia e per la stima dimostrata nei miei confronti, che cercherò di onorare continuando a lavorare con spirito di servizio e massimo impegno, così come fatto fin’ora”.

Le donne in Politica… una strada ancora lunga ma Chiusi dà l‘esempio..

“Indubbiamente il lavoro da fare è ancora molto, anche a livello nazionale, ma credo importante il lavoro fatto sin’ora per le pari opportunità. Sono certa che continuando a lavorare con entusiasmo si riescano a portare avanti obiettivi che mi auguro possano essere anche da esempio per altre realtà”.

Ci parli di Experience Etruria?

“In poche righe non è semplice riassumere il progetto Experience Etruria, un progetto nato quasi due anni fa che ci ha visto credere in una sinergia tra le città di origini etrusche e che ci ha permesso di esserne capofila per i Comuni dei nostri territori. Un progetto pilota che grazie alla lungimiranza di Stefano prima e di Juri poi, mi ha permesso di poter, con i vari gruppi di lavoro e responsabili dei servizi, arrivare a risultati incredibilmente importanti per il nostro territorio tutto; con ricadute che vedremo nei prossimi anni. Dapprima approvato e sostenuto da tre ministeri (Politiche Agricole, Mibact e Miur), poi arrivato in seduta plenaria al Parlamento, poi sottoscrizione accordo quadro Miur, e oggi nella fase due che ci sta portando verso la costituzione del primo distretto turistico culturale interregionale, dunque verso la candidatura con le città di Viterbo ed Orvieto, alla capitale diffusa della cultura 2018. Un percorso non facile e che permetterà di avere opportunità culturali, turistiche ed economiche in tempi speriamo rapidi, ma che già ci vede protagonisti di forme di valorizzazione e promozione dei nostri Comuni e dei nostri territori tutti”.

I tuoi progetti futuri.

“Dal punto di vista amministrativo mi sto concentrando sui progetti avviati che dobbiamo portare avanti (sia dal punto di vista culturale che turistico ed economico), in contemporanea seguo naturalmente anche le altre progettualità di mandato che ci vedranno sempre maggiormente impegnati, ognuno nei propri ruoli, in sinergia con istituzioni, cittadini e categorie. Credo che sia importante conservare la memoria del nostro passato, lavorando con gli occhi aperti al presente, dunque nelle azioni quotidiane, ma con obiettivi a medio e lungo termine che possano offrire alla nostra città, ai nostri territori e al nostro Paese tutto, nuovi modelli di riflessione e spunti per confronti ed azioni dirette e costruttive nel futuro”.