Durante l’evento organizzato da Fabrique du Cinema alla 72° Mostra del Cinema di Venezia è stato presentato il trailer di “The Cide”,  nuova serie tratta da una graphic novel 2.0. dalla firma interamente italiana. Il progetto di “The Cide” nasce nel 2007 come fumetto virtuale (inizialmente destinata unicamente al web e da sfogliare con il mouse) dal collettivo romano Videns Pictures, team di programmatori, fotografi, e attori. L’idea originale del batterista Daniele Zed Berretta aiutato dallo sceneggiatore Cristiano Malacrino è stata quella di creare sì una graphicnovel ma utilizzando, mixandoli  fra loro, diversi tipi di media quali il fumetto, il fotoromanzo, la fotografia, l’animazione e la musica. L’incontro fra la Videns Pictures e la giovanissima casa di produzione indipendente Kahuna Film, nata nel gennaio 2015 tra i banchi della Scuola Sperimentale di Cinematografia di Roma, composta dal venticinquenne poggibonsese Francesco Bruschettini e dal ventisettenne romano Francesco Cimpanelli, ha decretato la trasformazione di questo prodotto digitale in una fiction in live action.

Pag. 25 The Cide foto 2“E’ un progetto su cui contiamo molto – racconta Francesco Bruschettini – ed è quello su cui abbiamo investito di più. Inaugura il nostro metodo di lavoro, come un biglietto da visita, per far vedere come vogliamo cercare di cambiare il mercato dell’audiovisivo. Il nostro obiettivo è quello di portare delle novità in questo settore, qualcosa che non si è mai visto”.

Già nella realizzazione del progetto infatti vediamo delle differenze con la “politica” di creazione cinematografica italiana: “Diciamo che il modo di affrontare questo progetto è stato molto americano, nel senso che prima di scegliere il regista e il cast è nata la produzione. Subito dopo è stato scelto Lorenzo Corvino (WAX – We are X) come regista e successivamente il cast, composto interamente da giovani promesse italiane. Per esempio il protagonista, Kevin Grace, è interpretato da Marco Rossetti, che ha frequentato il Centro Sperimentale insieme a me e al mio socio. Anche Verity, la donna di cui è innamorato Kevin nella trama della fiction, è Margherita Laterza, volto già noto in alcune web series, anche lei neo-diplomata alla Scuola Nazionale di Cinema. Non mancano comunque le guest star, tra cui Andrea Sartoretti (il “Bufalo” di Romanzo Criminale La Serie), Niccolò Senni ( “L’albero delle pere”) e Chiara Mastalli (“Notte prima degli esami”)”, spiega ancora Bruschettini.

“Abbiamo puntato molto sugli effetti speciali, essendo molto interessati alla forma dei progetti su cui lavoriamo – prosegue -, che sono stati curati sempre dalla Videns Pictures, gli stessi creatori della graphicnovel. E siamo davvero entusiasti del risultato e di come il pubblico ha reagito alla visione del trailer: abbiamo ricevuto tutti feedback positivi. E’ un lavoro in cui crediamo molto e speriamo di inaugurare così la nostra linea editoriale che vede come target non solo il web, ma vuole spaziare in tutti i media. E’ un prodotto destinato al broadcast e miriamo al mercato internazionale”.

La trama, dai toni noir, in una scenografia che mescola l’ambiente fumettistico di “Sin city”, il pulp di Tarantino e la relazione fra la realtà e il sogno tipica di Lynch, tratta la storia di uno squattrinato reporter, Kevin Grace, che notte dopo notte è tormentato da incubi legati alle morti misteriose di persone conosciute, morti che poi scopre essere avvenute realmente. Indagando su questi casi che sfiorano il paranormale, essendo via via sempre più sospettato dalla polizia come possibile omicida, si ritrova invischiato in un vortice di sparatorie, fughe, risse, che mettono a rischio il suo equilibrio mentale e la sua stessa vita.

Io non vedo l’ora di vederlo, voi?