Il 5 novembre, a Chianciano, è in programma la serata di gala del Premio Louis Braille 2015, dedicato all’inventore del prezioso sistema di scrittura e lettura per non vedenti, ancora oggi più che mai attuale.

Una serata di musica e di spettacolo, che vedrà la partecipazione di numerosi artisti provenienti da tutta Italia. Daranno il via alla serata Giovanni Mazzei, baritono, e Ornella Pratesi, soprano, accompagnati dal pianoforte di Andrea Trovato; sarà poi il fisarmonicista Massimo Tagliata a salire sul palco insieme al suo gruppo. Un’emozionante staffetta poi tra Silvia Zaru, Dario Mirabile, Marco Daniele, Fabiana Comerro, Anna Varriale e Samantha De Rosa che si passeranno via via il microfono per regalare emozioni con alcuni pezzi del loro repertorio.

Nel corso della serata saranno consegnate la pergamene del Premio Braille 2015: una a Poste Italiane per aver reso pienamente accessibile ai ciechi e agli ipovedenti la firma digitale FirmaOK! e l’altra all’ABI, Associazione Bancaria Italiana, per il lavoro destinato a favorire la massima accessibilità dei non vedenti alle strutture, ai prodotti e ai servizi bancari.

“L’Unione da sempre attribuisce il premio a quelle persone e a quelle istituzioni che si sono distinte nel contribuire al miglioramento delle condizioni di vita, lavoro e studio dei ciechi e degli ipovedenti italiani – dichiara il presidente nazionale dell’Unione Ciechi e Ipovedenti, Mario Barbuto -. Quest’anno abbiamo deciso di rendere omaggio a due importanti istituzioni economiche del nostro paese: l’accessibilità è un aspetto fondamentale da tenere sempre presente, soprattutto in fase di progettazione. Vogliamo quindi ringraziare l’impegno di Poste Italiane e dell’ABI, che ci hanno aiutato a conquistare un altro pezzettino di autonomia e libertà”.

“Quella di quest’anno è la XX edizione del Premio Braille – continua Barbuto – e siamo molto contenti di aver associato questo evento per noi così importante alla prima Lotteria Nazionale Premio Louis Braille, da cui ha preso il nome, e che ha visto moltissimi cittadini rispondere al nostro appello di “prendere per mano la fortuna” e di comprare un biglietto della Lotteria. L’estrazione della Lotteria ha avuto luogo il 10 settembre e sono stati venduti circa 1 milione di biglietti. Il gesto compiuto da tante persone potrà offrire un sostegno concreto ai ciechi e agli ipovedenti di tutta Italia, perché è a loro che sono destinati i servizi finanziati dalla vendita dei biglietti, grazie al lavoro che quotidianamente viene svolto dalle nostre sezioni nelle province e nelle regioni italiane. Speriamo di ripetere l’esperienza già l’anno prossimo. E nel frattempo, buona musica e buon Premio Braille a tutti!”.