All’alba del nuovo assetto territoriale, procede a passo veloce in Val d’Orcia il progetto Casa 21. Presentato ad Expo2015 come Progetto Pilota per il Comfort Globale per la Bioarchitettura e Bioclimatica, la Didattica di Housing sostenibile, la Cogenerazione Termico/elettrica e il Benessere abitativo Made in Italy,  Casa21 è un progetto di importante richiamo per la promozione del territorio e avvalora il riconoscimento europeo come area vasta “carbon free” della provincia di Siena per la sostenibilità ambientale. Secondo la vision del Governatore di Expo 2015 Giuseppe Sala e del Presidente Padiglione Italia Diana Bracco, il Progetto Casa21 valorizza il territorio e contribuisce ad  incrementare un turismo responsabile rispetto a quello di massa per lo sviluppo delle attività locali con la sua innovazione tecnologica applicata al settore delle costruzioni. Casa21 apre i percorsi culturali per Expo 2015 partecipando ai Solar Decathlon Europe (Sde) il Concorso Mondiale Internazionale organizzato dal Dipartimento di Energia Americano e dal Ministero dei Lavori Pubblici del Governo spagnolo, in cui si confrontano i progetti Universitari, di costruzioni architettoniche funzionanti di case autosufficienti a livello energetico e dotate di tutte le tecnologie utili a massimizzarne l’efficienza. Il Protocollo Casa21, condiviso da enti e istituzioni, selezionato e premiato in concorsi Nazionali e Internazionali, appoggiato da Università e Dipartimenti di ricerca, rielabora i contenuti di AGENDA 21 il trattato internazionale, stilato dalle Nazioni Unite per la salvaguardia dell’ambiente firmato a Rio De Janeiro da 180 nazioni tra cui l’Italia, che integra il protocollo di KYOTO. Casa21 riunisce sinergicamente i valori della BIOARCHITETTURA, della DOMOTICA, del DESIGN e del FENG SHUI, dosati attentamente tra loro per offrire agli abitanti del 21°secolo una casa sana, intelligente, bella e funzionale, all’interno della quale è garantita un’alta qualità della vita. L’intervento è destinato ad offrire la possibilità alla comunità di Architetti, Ingegneri, Progettisti e tutti coloro che sensibilmente, in concerto con gli Ordini professionali Italiani, desiderano visitare e apprendere le tecnologie e le sinergie impiantistiche del protocollo con applicazioni mirate al “comfort globale”. L’obiettivo è infatti quello di creare luogo e motivo di incontro culturale al fine di diffondere in altre realtà questo standard progettuale. Il protocollo Casa21 contribuisce a migliorare la marginalità dell’esercizio di impresa e garantisce il miglioramento della qualità del prodotto finito, secondo i requisiti della CSR (Corporate Social Responsibility). La finalità del progetto Casa21 è fare cultura sull’housing sostenibile illustrando tutti i campi applicativi ai visitatori, organizzando visite all’interno della struttura stessa. L’intento è di trasmettere alla comunità di Ingegneri, Architetti e Progettisti le integrazioni e le automazioni delle funzioni impiantistiche del Protocollo Casa21 che avranno come tema: “Le Soluzioni per la 5° dimensione dell’abitare”. Il progetto, offre l’opportunità di far interagire il mondo dell’impresa con il mondo della progettazione, dove sperimentazione e rispetto dell’ambiente, trovano una nuova “progettualità integrata”. Inoltre interagisce con i Poli universitari, creando scambio, indotto e un dinamico confronto in termini etici e responsabili secondo  il Libro Verde della Comunità Europea. Il progetto ha già ottenuto i seguenti riconoscimenti: Primo Premio Mondiale di CSR Corporate Social Responsibility indetto dalle Nazioni Unite Patrocinio The Climate Project dell’ex Vice Presidente degli Stati Uniti e Premio Nobel Mr. Al Gore. Premio al Congresso Nazionale HOME 21 quale casa per il futuro svoltosi a Prato in Toscana. Primo Premio Nazionale di BBP Best Business Plan della JCI Italy. Terzo premio al R&D Hospitality Award 2010 come Project Innovation Selezionato al concorso internazionale HOLCIM AWARDS “for sustainable construction” First eco-sustainable living show Casa21 Project Pilot indetto dalla HOLCIM foundation di Zurigo. Convenzionato con il Dipartimento B.E.S.T. Building Environment Science & Technology del Politecnico di MILANO Facoltà di Architettura e Facoltà di Ingegneria. Il Dipartimento ABC Architecture Built environment and Costruction engineering Poli MI Il C.I.S.E. Consorzio Internazionale Europeo di Ingegneria Strutturale Scuola Master F.lli Pesenti del Dip. Restauro e Risanamento Conservativo sempre del Politecnico di Milano. Ma è dalla viva voce di uno dei suoi principali promotori, l’Architetto Simone Seddio, che apprezziamo l’essenza della sua potenzialità. Casa 21: cosa è Casa21 è il progetto culturale che ha predisposto, l’omonimo Protocollo di progettazione sull’Housing Sostenibile che unisce il mondo della progettazione al mondo dell’impresa, per una progettualità integrata, tra Efficenza, contenimento e risparmio energetico, coniugando la bioarchitettura alla domotica, per riunire il meglio della qualità della vita. Porta soluzioni ingegneristiche all’avanguardia del Legno Strutturale, risponde alle innovative soluzioni abitative in materia di Sicurezza antisismica, velocità esecutiva, sostenibilità ambientale con l’uso dei materiali green. Si attua cogenerazione impiantistica con pompe di Calore ad alto rendimento, unità trattamento aria  in sinergia Ventilazione Meccanica Controllata con recupero Termodinamico per l’efficienza e il recupero anche per il raffrescamento estivo, Biomasse per la produzione di acqua sanitaria e il recircolo termodinamico finalizzato all’efficienza del rendimento termico e al conseguente risparmio idrico. Infine la domotica permette una ripartizione intelligente del carico elettrico per ottimizzare i costi in bolletta. I punti principali sono di rispondere alle normativa per la sicurezza, il risparmio energetico,  antisismica e ai piani di intervento strutturali ; semplificare l’iter autorizzativo in linea con il Governo del Fare; Dimostrare le potenzialità del Made in Italy a livello internazionale con le funzionalità ambientali e abitative del costruire; riunire il mondo della progettazione al mondo dell’impresa per una progettualità integrata; valorizzare l’aspetto ETICO legato all’esercizio d’impresa C.S.R. per creare marginalità nel comparto edilizio in un economia più sostenibile Da dove nasce. Casa21 nasce dalle esigenze contingenti di cantiere, per rispondere a tutte le certificazioni energetiche e impiantistiche, dove l’intensificazione delle funzioni impiantistiche e l’integrazione con i sistemi strutturali e le coibentazione per i tagli termici e la tenuta all’acqua e all’aria obbligano a rivedere il coordinamento delle maestranze dei prodotti e delle soluzioni in un azione necessariamente integrata e più consapevole del valore delle singole parti che concorrono ad ottimizzare e a valorizzare simmetricamente i singoli aspetti. Chi è coinvolto. Il protocollo Casa21 è presieduto da un comitato scientifico composto da importanti professionisti sul territorio Nazionale, dislocati in diversi luoghi della penisola, e da tre dipartimenti di ricerca tra i quali il Dip. ABC del comparto ingegneristico del Politecnico di Milano, il Dip. Di Restauro e Risanamento Conservativo della Scuola Master F.lli Pesenti del Politecnico di Milano, il C.I.S.E Consorzio Ingegneria Strutturale Europeo del Politecnico di Milano e l’ A.N.I.T Associazione Nazionale Isolamento Termico e Acustico per le certificazioni energetiche. punti di eccellenza culturale per il comparto ingegneristico architettonico del nostro Paese. Il comitato è composto da: Comitato Scientifico Casa21 Arch. Simone Seddio Pigreco>Progetti Ing. Agostino Presutti IDS Ingegneria Ing.  Alessandro Pozzi  Studio Pozzi    Ing.  Gianluca Restelli Erconsulting  Ing. Claudia Torriti Copernico s.r.l. Ing. Alessandro Panzeri TEP S.r.l. A.N.I.T. Ing. Stefano Benedetti Tecnologia Progetto S.r.l. P.I.  Michele Bonizzoni, Geologo Marco Antoni Copernico S.r.l. Prof. Angelo Lucchini, Dip. ABC Politecnico di Milano Prof. Enrico Mazzucchelli Dip.  ABC Politecnico di Milano Prof. Alberto franchi, Dir. C.I.S.E. Consorzio Costruzioni Ingegneria Strutturale in Europa – Politecnico di Milano Prof. Paola Ronca Scuola Master F.lli Pesenti Politecnico di Milano Dott. Michele Esposto Presidente BORGHI & CENTRI STORICI e borghi S.r.l., AVV. Francesco Del Ciondolo,  P.R. Giovanni Tozzo. Qual è l’obbiettivo. E’ in programma di coinvolgere tramite gli ordini professionali per i professionisti iscritti a INARCASSA, Ordine Ingegneri e Ordine Architetti, di ampliare il dialogo su tutto il territorio Nazionale per ogni Provincia e sede di apparenza per l’applicazione del Protocollo, visto come strumento guida e al tempo stesso impresentabile in modo Open Source dalla intera community. I valori Etici e responsabili ne garantiscono e tutelano i diritti della proprietà intellettuale dei referenti e dei volontari. Perché Pienza.Non è un caso che il progetto Nato in Lombardia, sotto il Patricinio Regionale, della Provincia di Varese e della Città di Busto Arsizio sia stato pluripremiato a livello interazionale in diverse occasioni, tra le quali il Premio Mondiale di CSR Corporate Social responsibility indetto dalle Nazioni Unite per aver applicato i valori etici per l’esercizio professionale d’impresa per la prima volta nel settore delle costruzioni, e la condivisione del Patrocinio di Mr. Al Gore Ex Vice Presidente degli Stati Uniti per aver identificato i requisiti del progetto alla tutela della nostra prima grande casa: “il Pianeta terra” secondo il programma del T.C.P. The Climate Project di cui lui è Fondatore, organizzando nel 2009 a MalpensaFiere  La conferenza   sui cambiamenti Climatici e le proposte di Casa21, alla quale ha fatto seguito il Congresso internazionale HOME 21 Quale casa per il futuro Organizzato in Toscana dalla J.C.I. la più grande associazione per giovani progetti a livello mondiale. Da qui l’interesse per il Parco UNESCO della Val d’Orcia, Patrimonio mondiale dell’umanità e il Comune di Pienza a sua volta, comune Arancione e Parco Unesco, dove l’interesse del Sindaco Fabrizio Fè, ha innescato una condivisione con tutti e cinque Sindaci  di Montalcino, Pienza, Radicofani, San Quirico d’Orcia e Castiglione d’Orcia per promuovere il progetto in modo integrato alla Regione e anche all’EXPO 2015. Il ruolo delle istituzioni. Il ruolo delle Istituzioni che hanno patrocinato l’iniziativa è quella di dare risalto a tutti gli aspetti culturali che apportano al territorio sia visibilità ma soprattutto occasioni di valorizzazione sia paesaggistico ambientale ma anche di riqualificazione edilizia, soprattutto se in chiave sostenibile, per il rispetto dell’ambiente, la tutela della salute e la sicurezza antisismica delle strutture. Il programma Casa21 è condiviso dai cinque Comuni della Val d’Orcia, con i quali è stato condiviso e valorizzato il protocollo di intervento esemplare per il recupero degli immobili da riqualificare. Casa21 il progetto di unicità che unisce la qualità del vivere alla tecnologia dell’abitare dove sono riunite le eccellenze tecniche, impiantistiche, per il comfort abitativo e la qualità della vita, è vincitore di diversi premi e riconoscimenti Nazionali e Internazionali, tra i quali il patrocinio di Mr. Al Gore The Climate Project e il primo premio Mondiale di C.S.R. Social Corporate Responsibility con le UN. Nazioni Unite. E’ stato selezionato per rappresentare la Toscana come fuori salone internazionale all’EXPO 2015, con il tema: “Nutrire il Pianeta Energia per la Vita”. Il progetto Casa21 si prefigge di formare e costituire una rete tra il mondo della progettazione e il mondo dell’impresa per la realizzazione di interventi di  costruzione e recupero del patrimonio immobiliare italiano in  linea con il protocollo Casa21 nel pieno rispetto dei requisiti etici promossi dalla OCSE Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico nel Libro Verde della Comunità Europea.