“Il nome  Asia Neri è un nome di fantasia. Non ha un significato preciso, ma è un’assonanza che mi è piaciuta da sempre”. Irene Mattei oggi parla così del marchio che la sta facendo conoscere anche aldilà dei confini italiani. Un progetto partito da qualche anno, ma che pesca a piene mani nell’infanzia della stilista senese. Cresciuta accanto alla nonna sarta, Irene ha respirato gli odori dei fili, delle maglie e dei tessuti e sentito i rumori della macchina da cucire fin da piccola. Affezionata non solo al mondo della moda ma anche a quello dell’artigianato, durante gli anni del liceo ha maturato il proposito di fare la stilista e ha concluso i suoi studi con il diploma di figurinista all’istituto professionale di moda SITAM a Padova.

Il successo di Asia Neri è arrivato ad aprile 2014. E come spesso avviene è stato una sorta di nuovo inizio. Irene si trovava in un momento di difficoltà personale nel quale non riusciva ad esprimersi artisticamente come avrebbe voluto, ciò nonostante volle partecipare al concorso per stilisti emergenti organizzato da EDI Eventi presso la Galleria San Federico di Torino. Quella partecipazione le valse il premio per i “Nuovi talenti di Alta Moda”.

“Asia Neri ferma il tempo a Torino” fu titolato sulla stampa nell’occasione. Nei fatti è stato un premio che le ha cambiato la vita e che ottiene con la presentazione della collezione “My Time”, cioè una serie di tre abiti – Brunch, Happy Hour e Midnight – costituiti da vestiti neri ed eleganti, tutti con un quadrante di orologio vero fermo. L’ispirazione ed il coraggio di iscriversi, Irene li deve a Brida, il terzo romanzo di Paulo Coelho, dove si racconta un percorso di iniziazione alla magia nel quale il maestro insegna alla sua allieva, che si sente inadeguata e incapace, che nel mondo non esiste niente di completamente sbagliato: “Anche un orologio fermo segna l’ora giusta due volte al giorno”.

Irene, dragaiola, ha concretizzato questa morale negli orologi: “In un momento nel quale mi sentivo ferma e inadeguata sono riuscita a dare il meglio di me stessa”. Oggi, Asia Neri è marchio sia di collezioni di abiti che di una linea di magliette personalizzate interamente realizzate e dipinte a mano, rifinite con pietrine. Sono tutte diverse e originali. Ogni maglietta viene venduta con un bigliettino dove si racconta la storia della maglietta e dell’orologio.

Irene ha inoltre partecipato a concorsi ed eventi a Pisa, Livorno e Firenze ed ha vinto il premio per i giovani talenti indetto dalla Camera Regionale della Moda durante il Terra di Siena Film Festival ad ottobre dell’anno scorso. La sua “Smile Collection” si può trovare da Franchi in via del Corso e sul sito www.asianeri.com.

Adesso Irene sta preparando una collezione molto singolare per l’estate 2016, ma non ci può rivelare niente di più, ci lascia in suspense.Trendy_asia_Irene Mattei